Cossiga al Gemelli: condizioni stabili, ma critiche

Il nuovo blettino medico del Policlinico Gemelli di Roma definisce il presidente emerito della Repubblica in "condizioni critiche, ma stabili". Il senatore a vita è stato ricoverato lunedì dopo una crisi cardiorespiratoria

Roma - Ha trascorso la notte in condizioni di stabilità il senatore a vita Francesco Cossiga ricoverato da lunedì nella rianimazione del Policlinico Gemelli di Roma per una insufficienza cardiorespiratoria. La situazione permane comunque in un quadro di gravità. A metà giornata la situazione è immutata. Le condizioni di Cossiga "permangono stabili ma critiche richiedendo il mantenimento dei supporti vitali". Il presidente emerito della Repubblica è sempre ricoverato nell centro di rianimazione del Policlinico Gemelli diretto da Massimo Antonelli.

Il bollettino di ieri "Attualmente le funzioni sono critiche, ma stabili". Lo si legge nel bollettino medico diffuso dal policlinico Gemelli sullo stato di salute del presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, ricoverato da ieri in rianimazione per problemi respiratori. "Il presidente Francesco Cossiga - si legge nel primo bollettino medico sulle condizioni di salute del senatore a vita diffuso dal Gemelli- è ricoverato dal giorno 9 agosto nel centro di rianimazione del policlinico universitario Agostino Gemelli in conseguenza di uno stato di insufficienza cardiorespiratoria che ha comportato la necessità di ricorrere a procedure di supporto vitale. Attualmente le funzioni sono critiche ma stabili". Nella giornata di lunedì l'acrivescovo di Terni, monsignor Vincenzo Paglia, amico dell'ex leader Dc, gli ha impartito il sacramento dell'esterma unzione.