Cossiga: «Spataro ha una faccia tosta...»

da Roma

«Spataro ha davvero una bella faccia tosta». Così il senatore a vita Francesco Cossiga ha risposto all’intervista che il procuratore aggiunto di Milano ha rilasciato ieri alla Stampa. «Ci vuole veramente una bella faccia a rilasciare un’intervista sulla riforma dei servizi d’informazione e sicurezza ad un quotidiano, che ha avuto un’altrettanta bella faccia a chiedergliela». Spataro è il responsabile dell’inchiesta sul presunto rapimento dell’ex imam della moschea di Milano, Abu Omar, da parte della Cia con il coinvolgimento di alcuni agenti del Sismi. L’intervento di Spataro, afferma il presidente emerito della Repubblica, arriva «dopo che si è dato un colpo quasi mortale alla credibilità del Sismi da parte dei servizi dei paesi alleati e associati (ma lo sono ancora?), salvo che non si sia voluta dare una mano a quella che la magistratura di Milano chiama la “resistenza islamica”». Il senatore a vita ha anche chiesto l’intervento della Procura della Repubblica di Brescia, che ha aperto un fascicolo dopo la denuncia dello stesso Cossiga a carico di Spataro, del Tribunale di Milano e dei vertici della Digos di Roma e Milano.