Da Costa il colosso del lusso

Fabrizio Graffione

È lunga 290 metri, larga 35.5, alta 52.2, ha una stazza di 112mila tonnellate, 1500 cabine, una capacità di accoglienza per 3780 passeggeri, 1110 uomini di equipaggio e viaggia a un massimo di 23.2 nodi. Il suo enorme comignolo di colore ocra spicca dall’orizzonte e lo si vede pure dall’autostrada che unisce Sestri Ponente con il centro di Genova. Ieri mattina alla Fincantieri c’erano tutte le personalità istituzionali liguri a godersi il varo tecnico della Costa Concordia, la più grossa nave della marineria italiana, orgoglio del settore crocieristico in Europa. A salutare il colosso a cinque stelle anche centinaia di operai, la banda col gonfalone della città, numerosi operatori dei mass media, anche d’oltreoceano e i dirigenti statunitensi della Carnival cruises, che ha acquisito la storica compagnia navale genovese.
La nave deve essere ancora allestita internamente, ma tutto sarà pronto per il 14 luglio dell’anno prossimo, quando la Concordia ospiterà i passeggeri del viaggio inaugurale che salperà da Civitavecchia e in 9 giorni toccherà Savona, Barcellona, Palma di Maiorca, Tunisi, Malta, Palermo. Le crociere saranno tutte rivolte al pubblico europeo e si prevedono viaggi nel Mediterraneo e nell’Atlantico europeo e nord africano. L’ammiraglia della marineria italiana sarà di base all’ormeggio savonese, dove la Costa ha ottenuto un pontile dedicato esclusivamente alle sue navi da crociera. Difficile, quindi, che i colossi del mare tornino a Genova e a ponte Parodi. La Concordia è stata ordinata nel gennaio dell’anno scorso a Fincantieri, una commessa di 450 milioni di euro. Nel cantiere di Sestri Ponente è in costruzione anche la nave gemella. «Ci piace la nostra casa a Savona e non abbiamo intenzione di pensare ad altre basi almeno fino al 2008 - ha detto l’amministratore delegato e presidente di Costa crociere Pier Luigi Foschi -. Concordia, la più grande nave passeggeri italiana, consolida la nostra posizione di leader delle crociere in Europa. Questa nave è un contenitore di innovazione e tecnologia che contribuisce a differenziare la crociera Costa nel panorama delle vacanze».
«Il varo dell’ammiraglia italiana - ha spiegato l’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono - è una tappa fondamentale nell’importante programma di costruzioni che Costa crociere ha affidato a Fincantieri negli ultimi anni, assegnato interamente allo stabilimento di Sestri Ponente. La realizzazione delle navi per Costa, due già consegnate, due in fase di costruzione, ha assicurato l’evoluzione delle capacità produttive del nostro cantiere genovese».
A bordo della Concordia sono previsti tredici bar, cinque ristoranti, tre piscine, cinque vasche idromassaggio, un teatro su tre ponti, un percorso di jogging esterno lungo centosettanta metri, un casinò, una discoteca, un Internet point, una biblioteca, uno shopping center, un simulatore di guida Formula Uno, uno schermo gigante di diciotto metri quadri sul ponte piscina centrale, un club per bambini con piscina, un’area giochi denominata mondo virtuale. Le 1500 cabine sono divise in 914 esterne, 70 suite, 500 con balcone, 343 con finestra, 586 interne. Una delle innovazioni principali sarà la Samsara spa, un’esclusiva area di benessere di 1900 metri quadri, su due ponti, dotata di palestra, terme, piscina coperta per talassoterapia, sale per trattamenti, bagno turco e solarium: 55 cabine e 12 suite della nave avranno accesso diretto all’area benessere. Ci sarà poi un simulatore di guida Formula 1 e due piscine con copertura semovente di cristallo, di cui una di 60 metri cubi.