Costa (Fi): «Basta con le regioni a statuto speciale»

Cuneo. «Basta con regioni e province di serie A e di serie B, tutte le realtà amministrative siano equiparate». Raffaele Costa, deputato di Forza Italia e presidente della provincia di Cuneo, ha presentato una proposta di legge costituzionale alla Camera che prevede la soppressione dello «status giuridico di regione a statuto speciale e di provincia autonoma». L’obiettivo di Costa è equiparare tutte le realtà amministrative presenti sul territorio nazionale. Inevitabile il riferimento alla polemica di questi giorni, che ha visto protagonisti l’Italia, l’Austria e l’Alto Adige. «Quel clima politico e sociale dell’immediato dopoguerra che aveva prodotto le autonomie locali è profondamente cambiato. Adesso le regioni a statuto speciale ricevono direttamente o indirettamente dallo Stato finanziamenti di gran lunga maggiori rispetto a quelle a statuto ordinario: si tratta di una evidente sperequazione che oggi appare per molti versi incomprensibile». La proposta di Costa prevede l’abrogazione dell’articolo 116 della Costituzione che dispone l’autonomia di Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta e delle province di Trento e di Bolzano e l’obbligo per i consigli regionali delle regioni di adottare un nuovo statuto in conformità alla medesima legge costituzionale.