Costa Romantica sotto la Lanterna ma soltanto per la manutenzione

La nave insieme ad altre quattro salperà poi da Savona per le rotte verso i Caraibi

Costa Romantica ritorna a Genova. Ma solo per lavori di manutenzione. La Costa sta organizzando la stagione invernale nei Caraibi alla quale parteciperanno cinque navi che partiranno dal Palacrociere di Savona, il terminal gestito dalla Compagnia. Le cinque navi si posizioneranno nei Caraibi ed in Sud America, dove la compagnia proporrà nuovi itinerari ai Caraibi ed un aumento dell'offerta di oltre il 20 per cento in Sud America.
Costa Romantica, prima di partire per il Sud America, sosterà nei bacini del porto di Genova per lavori di manutenzione ordinaria del valore di quasi 5 milioni di euro. La prima crociera transatlantica è stata quella di Costa Magica, salpata il 2 novembre. Raggiungerà Fort Lauderdale dopo un itinerario di 18 giorni con scali in Spagna, Isole Canarie, Antille, Repubblica e Bahamas. Altre due crociere transatlantiche dirette ai Caraibi sono quelle di Costa Mediterranea e Costa Atlantica. Costa Mediterranea salperà il 17 novembre per giungere a Fort Lauderale il 2 dicembre, dopo aver toccato Spagna, Isole Canarie, Antille, Repubblica Dominicana, Bahamas. Costa Atlantica partirà il 3 dicembre e giungerà a Guadalupa, nelle Antille, dopo aver toccato Gibilterra, Isole Canarie, Antille e Repubblica Dominicana. Una volta posizionate nei Caraibi le tre navi Costa offriranno per tutto l'inverno crociere per la maggior parte di sette giorni; tutte proporranno almeno un nuovo itinerario, che comprenderà nuove ed esclusive destinazioni come Saint Barth, Roatan Islands, Grand Turk, e Belize City.
Altre due crociere transatlantiche in partenza dal Palacrociere Savona saranno invece dirette in Sud America: Costa Fortuna e Costa Romantica. Quest’ultima sosterà nei bacini del porto di Genova, dal 7 al 20 novembre, per sottoporsi a interventi di manutenzione ordinaria, eseguiti ogni due anni su tutte le navi della Compagnia. I lavori su Costa Romantica, 53.000 tonnellate di stazza ed una capacità massima di quasi 1.700 Ospiti, riguarderanno sia la parte «Macchina» che quella «Hotel»: si procederà a sostituire nelle aree pubbliche e nelle cabine, moquette, tendaggi, tessuti ed altri oggetti e materiali sottoposti ad usura.