Costituito tavolo di lavoro dei giovani di An, Fi e Udc

«Porre finalmente la questione giovanile al centro dell’azione politica e programmatica della coalizione di centrodestra, anche alla luce delle riforme positive che sono state realizzate dal Governo Berlusconi in questi anni nei settori della scuola, del lavoro, delle pensioni, l’abolizione del servizio militare di leva obbligatoria, e in contrasto con le troppe mistificazioni strumentali messe in campo dalla sinistra sulla pelle delle nuove generazioni». Questo il tema sviluppato nel corso dell’incontro dei responsabili nazionali dei movimenti giovanili di Forza Italia, Alleanza nazionale e Udc, che si è tenuto nella serata di martedì presso gli uffici di Azione Giovani che si trovano in via della Scrofa.
«Abbiamo convenuto sulla necessità di costituire un tavolo di lavoro permanente dei nostri movimenti giovanili, che da un lato sia un centro di elaborazione di idee e proposte di governo sui temi più importanti che riguardano da vicino gli “under 30”, ma che sia anche e soprattutto un luogo politico per rafforzare la nostra collaborazione operativa in vista delle prossime scadenze elettorali», affermano in una nota congiunta Domenico Barbuto (Udc), Giorgia Meloni (An) e Simone Baldelli (Forza Italia).
«In un momento così importante - continuano i tre esponenti politici della Casa delle Libertà - in cui i nostri rispettivi partiti e movimenti stanno lavorando per la creazione di un nuovo soggetto politico unitario crediamo sia estremamente utile mettere in campo con maggiore determinazione le nostre energie e le nostre esperienze, in un quadro di collaborazione che già da tempo stiamo portando avanti nei diversi settori delle attività giovanili».