Costituzione, Veltroni: "Va difesa dalle minacce"

Il Pd domani manifesterà "in difesa
della Costituzione, del suo valore e del suo significato". Il leader democratico: "La
nostra Carta è un documento esemplare che va rispettato e di
fronte al quale bisogna inchinarsi". E sulla crisi economica: "Il governo è inerte"

Roma - Il Pd domani manifesterà "in difesa della Costituzione, del suo valore e del suo significato". "La nostra Carta è un documento esemplare che va rispettato e di fronte al quale bisogna inchinarsi", tuona il segretario del Pd, Walter Veltroni, ricordando la manifestazione di domani pomeriggio a difesa della Costituzione dagli attacchi del presidente del Consiglio, alla quale parlerà il presidente emerito della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, perché "è giusto dare a lui la parola a difesa dello spirito della nostra Carta oggi minacciato".

La crisi economica Di fronte alla crisi economica, che è una vera "emergenza nazionale", il Governo è inerte mentre il Pd presenta un piano di interventi ad hoc. Il segretario democratico Walter Veltroni incontra i giornalisti per annunciare la 'tre giorni' di mobilitazione (14-15-16 febbraio) che il partito ha deciso per incontrare cittadini e parti sociali e illustrare le sue Sei proposte per uscire dalla crisi, come recita lo slogan dell’iniziativa. Dice Veltroni: "La crisi economica e sociale si configura come un’autentica emergenza nazionale. Sabato mattina noi presenteremo un piano contro la crisi, quello che il Governo non ha presentato".