Costringeva la nonna a mendicare, arrestato

Aveva ricevuto l’ordine di allontanarsi da casa perché scoperto insieme al padre, Michele M., 54 anni, originario della provincia di Agrigento, mentre costringeva la nonna e il fratello di lei a mendicare. Ieri, Ernesto M., di 26 anni, è stato arrestato perché non ha rispettato l’ordine del giudice di non frequentare più quell’appartamento. La vicenda ha inizio i primi di settembre. Gli agenti del commissariato Tuscolano, grazie anche alle segnalazioni dei commercianti di Centocelle avevano scoperto che padre e figlio per mesi avevano costretto la madre del 54enne, una donna di 88 anni e il fratello di lei, di 68 anni, a mendicare tra via Tuscolana e via dell’aeroporto di Centocelle intascando tutti i soldi ottenuti con l’elemosina. Nonostante i due avessero una pensione di 2.500 euro al mese, erano costretti a mendicare e a vivere di stenti e in precarie condizioni igienico-sanitarie perché vittime di continue minacce e percosse. Quando i poliziotti fecero irruzione nell’abitazione dei due, nel complesso delle case popolari a Torre Spaccata, dove abitavano con gli altri parenti, scoprirono una grave situazone di degrado.