«Costruiremo una nuova Stecca per gli artigiani»

Manfredi Catella: «Salvare quella vecchia era impossibile. Il quartiere diventerà per la città anche un punto di riferimento culturale»

«La percezione della qualità della vita in una città si ha nei primi cinque, dieci metri d’altezza». Manfredi Catella, ad di Hines Italia, ha davanti il plastico del progetto Garibaldi-Repubblica, Varesine, Isola Lunetta. Oltre 250mila metri quadrati di territorio da riqualificare.
Catella, perché aggiungere anche l’Isola?
«Ho convinto i miei soci per una motivazione etica. Così si completa il grande progetto di recupero dell’area Garibaldi-Repubblica».
Con molte polemiche.
«Un intervento difficile perché entra nell’intimità di un quartiere che ha una storia e tanti contenziosi. Ma è anche uno dei più interessanti perché ha una vocazione, una storia».
La soluzione?
«Un progetto non solo immobiliare, ma anche culturale».
Che ha scatenato qualche resistenza.
«Abbiamo avviato un percorso d’ascolto durato otto mesi. Un confronto tra il nostro gruppo di lavoro, l’amministrazione, il consiglio di zona, le associazioni, gli abitanti».
Il risultato?
«Oltre centocinquanta incontri da cui è nato questo nuovo progetto».
Il significato?
«Fare dell’Isola un punto di riferimento nella rete culturale della città».
Molte proteste per l’abbattimento della Stecca degli artigiani.
«Ci abbiamo pensato molto, ma salvare la Stecca era impossibile. Ma costruiremo la nuova Stecca per ospitare artigiani, artisti, associazioni culturali».