Cotton Club: rivivono gli Anni ruggenti

Gli Anni Ruggenti di Roma rivivono al Cotton Club di via Bellinzona, all’angolo con corso Trieste. È un fine settimana coi fiocchi quello proposto in scaletta dalla Ballroom capitolina. Stasera alle 22 prima serata dopo il Capodanno con Antonella Aprea, una delle più belle voci emergenti del jazz romano. La vocalist presenterà un repertorio tratto dagli anni d’oro americani, eseguendo brani firmati da autori come George Gershwin, Irving Berlin, Cole Porter, Duke Ellington e resi celebri da interpreti come Dinah Washington, Frank Sinatra ed Ella Fitzgerald. Venerdì, stessa ora, ecco la Roman Dixieland few stras band di Michele Pavese. Un particolare omaggio a New Orleans e alla provincia americana dei primi del Novecento. Caratteristica del gruppo è, infatti, quella della Street Parade, cioè l’esecuzione itinerante tipica della tradizione legata alle più disparate manifestazioni in voga negli anni Venti a New Orleans. Con una strumentazione tipica di quell’epoca (trombe, tromboni, tube, clarinetti, grancasse), la band riesce a rievocare le origini del jazz, quando le orchestre si esibivano non solo in teatri e sale da concerti, ma anche per le strade in occasione di feste e matrimoni e cortei. Sabato tocca a Franco Bolignari e Minnie Minoprio che festeggeranno l’Epifania con concerto e cena buffet (40 euro). Verrà ripercorsa l’Italia in musica negli anni della Mitica Radio, con le canzoni e le composizioni più popolari della nostra storia, Come dimenticare «Pippo non lo sa», «Baciami piccina» e «Il pinguino innamorato»? Domenica, infine, Max Ionata Trio Jazz, uno dei più apprezzati tenorsassofonisti italiani che interpreterà i grandi classici del jazz. Info: 06.3225044.