Coulthard sgomma sul Bosforo e manda a fuoco la sua Red Bull

Istanbul. Proprio vero che le vetture di Formula 1 girano sempre al limite dell'affidabilità. A David Coulthard è bastato fare una comparsata di 6 km - giusto il tempo di andare avanti e indietro sul Ponte del Bosforo, che in 1510 metri unisce l'Europa all'Asia e viceversa - per uscire fuori strada dopo un testacoda riuscito male e arrivare con il motore in fiamme. Un giochino da 100mila dollari, e solo perché si trattava di un motore vecchio. Inevitabile l'uso degli estintori da parte dei meccanici della Red Bull, e chissenefrega se a due passi c'erano le maggiori autorità del mondo politico turco convenute al Dolmabahçe per celebrare l'arrivo della F1.