Crac Burani Antichi Pellettieri si accorda con le banche

Salvataggio compiuto per Antichi Pellettieri. La controllata di Mariella Burani Fashion Group ha completato il processo di asseverazione del piano industriale e ha sottoscritto con le banche creditrici l’accordo di ristrutturazione del debito. Il titolo ha reagito con un balzo del 14,22%. L’intesa prevede il consolidamento del debito (71 milioni) che dovrà essere rimborsato in un’unica soluzione il 31 dicembre 2014. Prevista poi la riapertura delle linee di credito a breve termine. Accordo fatto anche per le controllate Mosaicon, Braccialini, Mandarina Duck, Francesco Biasia e Dadorosa.
Mariella Burani Fashion Group ha invece nominato presidente Giuliano Tagliavini, già consigliere indipendente. Ma il curatore di Bdh ha chiesto «senza indugio» un’assemblea di Mbfg per scegliere nuovi amministratori. Intanto la Guarda di finanza di Reggio Emilia ha acquisito documenti a Centrobanca, nell’ambito dell’inchiesta sull’ipotesi di aggiotaggio di Mbfg. Lunedì l’ad Gabriele Fontanesi sarà convocato come testimone dai pm di Milano Luigi Orsi e Mauro Clerici.