Crac Madoff Santander annuncia maxi-rimborso

La somma a disposizione per compensare le vittime dello scandalo Madoff sta diventando sempre più consistente. Un fondo hedge svizzero affiliato alla principale banca spagnola, il Santander, ha raggiunto ieri un accordo per restituire i 235 milioni di dollari prelevati dalle tasche dei clienti prima del collasso del sistema fraudolento congegnato dall’ex presidente del Nasdaq, attualmente detenuto. Optimal Investment Services si occuperà di versare la somma. Il fondo è controllato dall’istituto Banco Santander, una delle vittime di spicco di quella che viene considerata da molti la maggiore frode finanziaria di tutti i tempi. Stando a quanto riferito dal fiduciario dell’affare Madoff, Irving Picard, al Financial Times, il risarcimento da 235 milioni rappresenta l’85% della somma richiesta al Banco Santander. «Sono molto soddisfatto di aver raggiunto un accordo così favorevole con Optimal. Spero che ora altre entità a cui abbiamo intentato causa si facciano avanti per sistemare la questione, risarcendo tutte le vittime di Madoff», ha dichiarato Picard. Per Picard si tratta della prima vera vittoria nella sua battaglia per ottenere un risarcimento dai partner bancari di Bernard Madoff, dopo che l’anno scorso è venuto alla luce che il fondo di investimento «Bernard L. Madoff Investment Securities LLC» in realtà non era altro che uno «schema di Ponzi». Il risarcimento porta la somma complessiva dei rimborsi a 1,2 miliardi di dollari.