Credito d’imposta fino al 90 per cento per chi finanzia progetti di ricerca

Il decreto sviluppo istituisce in via sperimentale per il 2011 e il 2012, un credito di imposta del 90% a favore delle imprese che finanziano progetti di ricerca nelle università o in altri enti pubblici. Questi ultimi «possono sviluppare i progetti così finanziati anche in associazione, in consorzio, in joint venture con altre strutture private di equivalente livello scientifico». La norma è finanziata con il bonus da 100 milioni previsto dalla legge di stabilità. Eventuali «sforamenti» saranno coperti con riduzioni di altri capitoli di spesa escluso il Fondo di finanziamento delle Università, il cinque per mille e le risorse per la conservazione e la manutenzione dei beni culturali.