Il Cremlino si prende l’ultima Tv indipendente

Mosca. Cade l’ultima tv russa di informazione a diffusione nazionale finora sfuggita al pugno del Cremlino: un gruppo sanpietroburghese, politicamente vicino al presidente Vladimir Putin, ha acquistato il pacchetto di controllo di “Ren-Tv”, il canale che era riuscito a mantenere notiziari indipendenti. La notizia giunge all’indomani delle critiche dell’ultimo presidente sovietico, Mikhail Gorbaciov, il quale giovedi a Kaliningad aveva detto che in Russia l’informazione è in difficoltà. «Senza democrazia e senza libertà di stampa - aveva dichiarato - il popolo non può capire ciò che succede realmente nel Paese».