Cremona, vandali bruciano la scuola: evacuati in 400

In fiamme un bagno all'isituto professionale Einaudi: incendio partito dalla carta igienica. Un professore intossicato. Il preside: "Bullismo, è il terzo episodio in due settimane"

Cremona - Gli studenti di un istituto tecnico di Cremona hanno dovuto abbandonare le loro classi stamattina per un principio di incendio innescato da alcuni loro compagni che hanno dato fuoco a rotoli di carta igienica nei bagni maschili. Un tecnico di laboratorio intervenuto per spegnere le fiamme ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari. È la terza volta in due settimane che nella scuola si verificano episodi di vandalismo nei bagni. È successo all’Istituto professionale Einaudi di Cremona, frequentato da circa 400 studenti divisi in 17 classi.

L'incendio Approfittando di un cambio d’ora, alcuni ragazzi, non ancora identificati, si sono infilati nei bagni dei maschi al pian terreno e hanno incendiato rotoli di carta igienica avvolti in un contenitore di plastica. Il fumo ha invaso il locale e ha annerito i muri causando danni lievi. Il principio di incendio è stato spento da Luciano Caracciolo, il tecnico di laboratorio, poi visitato dal 118 per un’irritazione alle vie respiratorie. Nel frattempo per precauzione le classi erano state fatte evacuare, anche se solo per un quarto d’ora.

Il preside: bullismo "Bullismo, un gesto sciocco, una stupida bravata - ha detto il preside Franco Verdi -. Farò una denuncia contro ignoti, perché è pacifica l’intenzionalità del gesto. È la terza volta in quindici giorni". Due settimane fa c’è chi, tra gli studenti, con un mozzicone di sigaretta aveva incendiato il cestino nel bagno dei maschi. E chi, qualche giorno dopo e nello stesso bagno, con la carta aveva ostruito un lavello, allagando il locale.