Cresce la gara della solidarietà

Cresce, giorno dopo giorno, la gara della solidarietà. Dalle associazioni cattoliche agli avvocati, passando per alpini, compagnie telefoniche e aziende farmaceutiche. Tutt'Italia si mobilita per aiutare le vittime del terremoto

Milano - Aumenta sempre più con il passare del tempo la partecipazione di organismi istituzionali, enti e associazioni di categoria che a vario titolo si sono attivati sul fronte della solidarietà verso le popolazioni abruzzesi colpite dal sisma. Destinata in alcuni casi anche per sostenere il lavoro della Protezione civile. A cominciare dalla Banca d’Italia, che ha deciso, come primo intervento di solidarietà, di versare un milione di euro all’organizzazione guidata da Guido Bertolaso. Mobilitate anche le Poste italiane, che oggi hanno reso noto di voler devolvere la commissione di 1,10 euro pagata per i versamenti sul conto corrente 10400000. Telecom Italia ha invece sospeso l’invio delle bollette telefoniche ai clienti dell’area colpita dal sisma e a fine mese stanzierà 200 mila euro per le popolazioni colpite e 1 milione di euro per il recupero del patrimonio storico e artistico.

Le associazioni cattoliche
In prima fila anche il mondo cattolico, che ha contato oggi un’iniziativa promossa dall’arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi, che ha sollecitato le comunità cristiane ad aderire alla colletta indetta dalla Cei per la Domenica in Albis del 19 aprile. Sempre sul fronte religioso, di rilievo l’iniziativa della chiesa ortodossa romena, che ha deciso di destinare il ricavato delle collette nelle chiese ortodosse in Italia, delle messe del 12 aprile, all’aiuto dei terremotati. Una gara di solidarietà è partita anche in Australia, dove alcuni club abruzzesi hanno formato un comitato per il coordinamento di iniziative in soccorso dei loro corregionali. Un’iniziativa l’ha messe in campo anche San Giuliano di Puglia, paese simbolo del terremoto in Molise, che ha accolto alcuni sfollati abruzzesi in tutte le strutture possibili del comune molisano.

Cooperative e organizzazioni Numerosi anche gli sforzi delle organizzazioni cooperative e del commercio: Fedagri ha già inviato nei centri di raccolta delle zone colpite dal terremoto prodotti di prima necessità, mentre la Fipe-Confcommercio ha assicurato il proprio sostegno per aiutare gli esercenti. Attivata anche la rete degli oltre 2400 Cral legati a "Cralnetwork", la quale, su invito dell’Associazione dei comuni italiani ha lanciato un appello ai suoi iscritti affinché contribuiscano alla raccolta fondi per i terremotati e per le vittime del sisma. Legato all’Anci anche il Coordinamento nazionale "Informagiovani", che si è detto pronto a mobilitare energie e professionalità a supporto delle iniziative promosse dal Ministero della Gioventù con l’azione "Giovani protagonisti della ricostruzione". Allo stesso modo all’iniziativa "Giovani per l’Abruzzo" del ministero della Gioventù hanno aderito 11 presidenti della Consulta provinciale degli studenti, che per giovedì 16 aprile hanno organizzato una raccolta fondi in molte città italiane.

Gli aiuti degli alpini
Un sostegno ai terremotati l’ha organizzato anche l’Associazione nazionale alpini, che ha lanciato una raccolta fondi aperta a tutte le sezioni e i gruppi delle Penne Nere (conto corrente bancario: Banco di Brescia, filiale 2 di Milano, conto corrente n.9535 intestato a Associazione Nazionale Alpini Terremoto Abruzzo, Via Marsala 9 20121 Milano - iban: it69x035 0001 6320 0000 0009 535 bic/swift BCABIT21; oppure conto corrente postale: Poste italiane - Bancoposta, conto corrente n.16746208 intestato a Associazione Nazionale Alpini Terremoto Abruzzo, Via Marsala 9, 20121 Milano, iban: it26 h076 0101 6000 0001 6746 208 bic/swift BPPIITRRXXX).

Medicinali
Un aiuto sotto forma di medicinali l’ha organizzato lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, che invierà tra l’altro alla Protezione Civile 20 mila pezzi di kit sanitario tascabile per autosoccorso. Mobilitato anche il mondo dello Sport: oggi la Lazio calcio ha fatto sapere di essersi attivata per una raccolta fondi e di generi di prima necessità che si svolgerà prima del fischio d’inizio del derby romano sabato prossimo. Inoltre, sarà devoluto ai terremotati abruzzesi l’incasso della partita di basket Benetton Treviso-Angelico Biella di sabato prossimo.

La mobilitazione degli avvocati Nel mondo della giustizia, un’azione di solidarietà è stata promossa dal Consiglio nazionale forense che verserà 150 mila euro al Fondo di solidarietà avvocato aquilani (attivato dall’Unione degli Ordini abruzzesi). Allo stesso modo l’Associazione nazionale magistrati ha dato indicazione nei giorni scorsi per far affluire i contributi dei magistrati italiani sul conto corrente della sezione abruzzese dell’Anm al fine di affidare il ricavato alla Protezione civile. Una sottoscrizione a favore delle cittadinanze colpite dal sisma l’ha avviata anche l’Associazione dei giovani avvocati italiani. Un fondo di solidarietà è stato attivato anche dall’Assemblea siciliana, dall’Archeoclub Italia (per l’adozione di opere d’arte), dall’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, da A.S.So.FARM., dalla rivista "Quattroruote" (con l’obiettivo finale di acquistare e donare 4 mezzi di trasporto collettivo) e dalle Acli. Da ultimo, una raccolta di generi di prima necessità è stata organizzata dall’Associazione Nuova Italia Napoli.

Un SMS di solidarietà Chi volesse può mandare un contributo semplicemente inviando un sms. Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia hanno attivato il numero solidale 48580 per raccogliere fondi a favore della popolazione dell'Abruzzo colpita dal sisma. L’iniziativa nasce d'intesa con il dipartimento della Protezione civile. Per ogni sms inviato contribuirà con 1 euro. Se invece si chiama da rete fissa la donazione è di 2 euro. L'intero ricavato sarà  devoluto alla Protezione civile per il soccorso e l'assistenza. Saranno fornite tutte le indicazioni sull'utilizzo dei fondi raccolti.  

Mediafriends Fra le numerose iniziative di solidarietà avviate c'è anche quella di Mediafriends, la onlus di Mediaset, Medusa e Mondadori. Per contribuire è possibile effettuare una donazione tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato a Mediafriends IBAN: IT41 D030 6909 4006 1521 5320 387. Causale: terremoto Abruzzo.