Cresce l’utile netto nei primi sei mesi

Popolare Emilia

Forte crescita della raccolta indiretta che supera i 14 miliardi di euro (più 14,66%), raccolta diretta sostanzialmente stabile (10,7 miliardi, meno 0,7%) mentre l’utile netto di periodo è stato di 102,5 milioni rispetto ai 100,8 del giugno 2004 (più 1,73%). Sono questi i dati principali della semestrale della Banca Popolare dell’Emilia Romagna approvati ieri dal consiglio di amministrazione riunito a Modena. Il patrimonio netto dell’istituto bancario è salito a 1.685,5 milioni (più 6,90%) mentre l’incidenza delle sofferenze sul totale degli impieghi è scesa all’1,12% (era dell’1,19%). Il margine d’interesse complessivo si è attestato a 205 milioni (più 3,8%) e il margine di intermediazione è cresciuto del 7,8% a 357,8 milioni. Il totale dei mezzi propri è di 2.373,2 milioni (più 6,32%). In crescita gli sportelli che salgono da 250 a 269 mentre i dipendenti aumentano di 124 unità.