Cresce la linea 5: via ai lavori per la fermata del Portello

Partirà il 12 luglio il cantiere per la costruzione della stazione
Portello della nuova linea 5 della metropolitana di Milano. È l’ultimo
dei dieci cantieri, aperti dallo scorso novembre, per la realizzazione
della tratta che collegherà la stazione Garibaldi Fs allo stadio Meazza
in zona San Siro

Partirà il 12 luglio il cantiere per la costruzione della stazione Portello della nuova linea 5 della metropolitana di Milano. È l’ultimo dei dieci cantieri, aperti dallo scorso novembre, per la realizzazione della tratta che collegherà la stazione Garibaldi Fs allo stadio Meazza in zona San Siro con le fermate intermedie Monumentale, Cenisio, Gerusalemme, Domodossola, Tre Torri, Portello, Lotto, Segesta, San Siro Ippodromo.
L’inizio dei lavori, fissato per martedì prossimo, comporterà un cambio della viabilità in zona Fiera per lo spostamento dei sottoservizi. Le operazioni si svolgeranno in tre fasi e il momento più delicato, avvisano dal Comune, si verificherà tra circa un mese e mezzo, quando inizierà la seconda fase e sarà chiusa al traffico via Colleoni per circa quaranta giorni. Per comunicare ai residenti il cambio di viabilità, Comune e società Metro 5 hanno inviato a casa dei cittadini un pieghevole illustrato e, nei primi giorni di cantiere, saranno dispiegati anche agenti della polizia locale. Le modifiche influiranno anche sul passaggio di alcuni mezzi Atm di superficie. In particolare saranno modificati i percorsi delle linee bus 48 e 78 per 40 giorni. Per informare i passeggeri Atm ha previsto messaggi sui display delle fermate e sui video presenti a bordo dei bus.
Anche la Cisl Milano invece ha espresso ieri preoccupazione sull’ipotesi di un ridimensionamento della linea 4 della metropolitana milanese, potrebbe fermarsi a piazzale Dateo o San Babila. All'inizio, il progetto prevedeva la realizzazione, per il 2015 in vista dell'Expo, del collegamento tra la periferia ovest del capoluogo lombardo a quella est: dalla stazione ferroviaria di San Cristoforo all'aeroporto di Linate. Poco meno di 15 chilometri, con 21 fermate per un investimento di 1,7 miliardi. «La giunta Pisapia - fa presente la Cisl -, anche a causa dei ritardi accumulati ha dato un taglio al progetto e per il 2015 le fermate saranno 8, da piazza San Babila a Linate. «Le ricadute sul lavoro saranno notevoli - sottolinea Danilo Galvani, segretario cittadino della Cisl milanese -. Bisogna innanzitutto riflettere se ci sono ancora le condizioni per realizzare questa linea. Il problema non è solo di tagli. Avremo probabilmente meno opere e meno manodopera, tuttavia la questione riguarda l'intera città, quindi sarebbe stato preferibile coinvolgerla visto che questa giunta si pone sempre come un direttivo pronto al confronto con i cittadini».