Come cresce il mercato dei giochi

I dati di fine anno confermano l’anticipazione pubblicata dal nostro giornale a inizio mese: il mercato dei giochi si attesta al terzo posto in termini di fatturato, dietro Eni e Fiat, con 47,5 miliardi e addirittura al primo per clientela con oltre 30 milioni di utenti. La recessione non ha toccato questo comparto che anzi diviene punto di riferimento per chi tenta la fortuna. I numeri sono importanti e lo saranno ancora di più nell’anno a venire grazie all’apporto delle NewSlot, costrette dal Parlamento ad aiutare le finanze di Unire e Coni, e del Poker Online che in 4 mesi ha registrato una raccolta superiore a quella annuale di Totocalcio, Il 9, Totogol e Big Match. Nel 2009 si presume che sarà superato il tetto dei 50 mld.
A menare la danza sono le NewSlot con un incasso di oltre 21 mld (+14,5%) che vale il 45% del mercato. A debita distanza Gratta e Vinci e Lotto con la differenza che mentre il primo ha aumentato il fatturato del 15%, il gioco più antico d’Italia ha perso il 6% per via dei ritardatari che non si sono comportati come tali e hanno frenato le giocate. In netta ripresa il SuperEnalotto, ma non c’è da stupirsi: il jackpot da 100 milioni ha fatto breccia nell’immaginario della gente che, fino a metà degli anni novanta, cercava il colpo della vita al Totocalcio. Era dal 2001 che il prodotto principe della Sisal non registrava un movimento così elevato.
Spetta però alle scommesse sportive il balzo più poderoso con una raccolta di quasi 4 miliardi e un incremento del 52,1%: a dimostrazione di quanto piaccia alla sua appassionata e fedele clientela cimentarsi sugli eventi sportivi con particolare riguardo a quelli calcistici. Nell’ultimo mese si sono registrate puntate per 360 milioni con la Premier League che ha surrogato durante le feste lo stop natalizio della Serie A. In discesa del 12% le scommesse ippiche, e non poteva essere diversamente in seguito alla crisi del settore e allo sciopero che ha cancellato il programma italiano per un mese. Il tempo dirà se l’apertura di 3mila nuove agenzie permetterà al settore di ritornare competitivo. Il Totocalcio e i suoi cloni faticano a sopravvivere.