Cresce il numero di ubriachi al volante Anche sulla A7 arriva il Tutor anti-velocità

Tra alcuni mesi, certamente entro l'estate, arriveranno i Tutor anche sulla carreggiata nord della A7. Il tratto sotto gli occhi vigili del sistema di rilevazione media della velocità delle automobili sarà attivato fra Bolzaneto e Busalla. Così come, l'anno scorso, è stato attivato, portando pure ottimi frutti, il Tutor sulla carreggiata sud fra Serravalle e Genova. E, nel settembre 2006, era stato inaugurato quello sulla A 26 fra Ovada e il Turchino.
A annunciare il nuovo servizio è stato ieri mattina il comandante della polizia stradale della Liguria Bastreghi che, insieme al questore Salvatore Presenti, ha illustrato i risultati dell'attività del compartimento regionale durante il 2008. Le pattuglie nei prossimi mesi intensificheranno i controlli degli automobilisti alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti e soprattutto alcol. Un fenomeno che si sta rapidamente diffondendo e sta aumentando soprattutto fra i giovani genovesi tra i 18 e i 25 anni. L'allarme viene proprio dai dati diffusi ieri, anche se, nella nostra regione, c'è da registrare un meno 40 per cento di incidenti mortali in autostrada. Passati dai 25 del 2007 ai 15 del 2008. E addirittura un meno 50 per cento di incidenti mortali su strade ordinarie passati da 18 a 9.
Dal rapporto della polizia stradale si vede come gli ubriachi alla guida non siano soltanto uomini, circa 500, su 3300 controllati, ma anche donne, oltre 70 su 1100 controllate. In totale, quindi, i genovesi trovati positivi al tasso alcolemico accertato oltre il limite minimo di 0,5 sono stati poco meno di seicento, mentre quelli sotto assunzione di sostanze stupefacenti soltanto 17. Occorre tenere però presente, come hanno sottolineato ieri i funzionari della polizia stradale, che l'accertamento per l'uso di droghe è molto più complicato da verificare perché occorrono gli esami in ospedale. Mentre per il tasso alcolico la macchinetta con l'imbuto dove si soffia lo rivela all'istante quando si viene fermati dalla pattuglia. In definitiva, comunque, l'anno scorso sono state ben 533 le patenti ritirate per guida in stato di ubriachezza, mentre soltanto 12 quelle per guida sotto effetti di sostanze stupefacenti. Se sono in aumento gli ubriachi al volante, a Genova ci si può definire virtuosi per l'uso del casco. Nel 2008 sono state multate soltanto un centinaio di persone sulle strade provinciali e statali e appena otto sulle autostrade liguri. Sul fronte della velocità arrivano i dolori. Grazie agli autovelox installati in autostrada a S. Ilario e ai Piani d'Invrea e ai sistemi Tutor sono state rilevate ben 12834 infrazioni con una media di 1,63 all'ora. Infine sono stati oltre 1100 i Tir fotografati mentre percorrevano le carreggiate a velocità superiori rispetto ai limiti.