Cresce (piano) il popolo del «car-sharing»

Al 20 settembre 463 abbonati nella capitale

Primi passi nella capitale per il popolo del car-sharing e i dati di Atac, che gestisce il servizio, confermano il trend positivo. Soprattutto negli ultimi 3 mesi. Al 20 settembre 2007 gli abbonati sono, infatti, saliti a 463 con un incremento che ha visto cento nuovi abbonati iscritti solamente negli ultimi 90 giorni. Il numero di corse passa così da una media mensile di 200 a circa 300 con un aumento pari al 50%.
Andamento molto positivo anche sul fronte del numero di ore di utilizzo che passano da circa 10 mila a oltre 20 mila, con un incremento pari al 100%. La sperimentazione nel III municipio è stata avviata nel marzo 2005 e ha dato subito esiti incoraggianti. Durante l’estate scorsa il servizio era stato poi introdotto nei municipi I, II e XVII con 500 abbonamenti.
Gli utenti del car-sharing abbracciano tutte le categorie sociali. Il 77% degli abbonamenti è relativo a privati, il 18 alle famiglie e il 5% alle aziende. I maggiori utilizzatori sono liberi professionisti (41%), impiegati (25%) e dirigenti (8%). Il car-sharing è un servizio di autonoleggio self service a breve che mette a disposizione una flotta di auto che si possono utilizzare in ogni ora del giorno e della notte. Il servizio è disponibile esclusivamente su abbonamento. Attraverso una prenotazione telefonica si richiede l’auto per il tempo desiderato, anche solo per un’ora, pagando così solo l’uso effettivo del mezzo dal momento in cui si ritira al momento in cui si riconsegna al parcheggio. Si accettano prenotazioni per un minimo di un’ora fino ad un massimo di 72 ore. L’auto si apre e si chiude attraverso una smart card e si mette in moto digitando il proprio codice pin sul computer di bordo.
Il ministero dell’Ambiente mette a disposizione anche incentivi per chi rottama un’autovettura e passa al car sharing. La disponibilità degli incentivi è stata prorogata fino al 31 dicembre 2008, ovviamente fino all’esaurimento dei fondi. Due le agevolazioni disponibili: abbonamento gratis per il primo anno e ridotto del 50 per cento per il secondo anno di adesione al car sharing.
Per ottenere gli incentivi bisogna innanzitutto avere la residenza nel territorio provinciale di Roma. Poi bisogna aver rottamato un’auto a partire dal 5 luglio 2006 o rottamare un’auto immatricolata entro il 31 dicembre 2000. Inoltre ci sono gustose agevolazioni. Le auto del car sharing possono sostare gratuitamente nei parcheggi a sosta tariffata e nei parcheggi di scambio; accedere alle Ztl e alle corsie preferenziali.