Cresce la voglia di libri In testa donne e anziani

Mentre la televisione resta regina dell’intrattenimento e Internet dilaga come strumento di conoscenza e approfondimento, c’è un dato rincuorante rilevato dal Censis: è in aumento il numero dei lettori abituali, ovvero quelli che in un anno hanno letto almeno tre libri. Nel 2006 era il 39,4%, nel 2007 è salito al 52,9%. Dietro questa voglia di lettura, c’è forse l’effetto delle politiche di sostegno delle attività culturali. A leggere di più sono donne e anziani. Tra i giovani l’indice è elevato, ma nell’ultimo anno è diminuito, passando dal 72,5% al 71,1%, anche se tra loro i lettori abituali sono arrivati al 62,7%. Le donne, più restie a inserirsi nella società digitale, leggono di più, così come l’altro gruppo di persone meno integrate in questo nuovo contesto: gli anziani.