Cresce la volatilità Piazze nervose

Le voci sul referendum greco hanno dato il via all’atteso calo delle quotazioni e il taglio dei tassi ha fatto rimbalzare i mercati. Il movimento correttivo aveva come target 15.300 (Ftse-Mib future), mentre il minimo segnato è stato 14.650, il seguente rialzo verso 16.000 è stato fisiologico ma non determinante. L’analisi degli indicatori si riporta negativa per le prossime settimane. Per decretare l’attesa di nuova positività sarà meglio aspettare il superamento di 16.985. Verso il basso sarà decisiva la tenuta di 14.500.