«Crescere in Mediobanca? Vedremo»

Doris: «Sono molto soddisfatto dell’investimento in Piazzetta Cuccia. Per quanto ci riguarda non vendo alcuna quota del capitale»

da Basiglio (Milano)

Ennio Doris e la sua Banca Mediolanum potrebbero anche salire in Mediobanca, rilevando la quota dell’1,8% che Fiat si appresterebbe a cedere: «Vedremo. Ma se dall'altra parte non si dice niente vuol dire che vogliono il silenzio anche da noi e io rispetto il volere dei miei soci in Mediobanca. Sono comunque molto soddisfatto di questo investimento e dell'iniziativa comune in Banca Esperia».
Doris è convinto di poter far crescere ancora la sua Banca e non solo acquisendo partecipazioni. «Sono ottimista. Possiamo crescere molto per via interna - ha detto - facendo molti utili e con un payout generoso, finanziando così al contempo il nostro sviluppo. Credo anche che sia difficile che ci siano proposte per creare più valore aggiunto. Però c'è sempre questa possibilità, io lascio sempre la porta aperta, nel senso che vado a vedere che tipo di proposte ci sono».
Nel complesso, però, «la mia vita è comoda perché pur avendo un partner (il riferimento è alla Fininvest, con il 35% del capitale, ndr) è come se non ci fosse perché è solo finanziario e ha detto di voler fare quello che faccio io. Immagino - ha continuato Doris - che sarà così anche in futuro, ma comunque è libero di muoversi altrimenti. Se dovesse decidere di vendere, io incrementerei la mia quota in Mediolanum. La mia regola è quella di comprare sempre anche se i mercati sono deboli perché il futuro non lo conosce nessuno. Ero al 31% di Mediolanum nel 2001 e ora sono al 38%».
Doris non ha voluto fare commenti sulla semestrale, ricordando però che il bilancio del primo trimestre è andato benissimo. Sui piani per l'estero il manager non ha nascosto l'interesse del gruppo per la Francia, ma l'ingresso nel paese è previsto soltanto l'anno successivo il raggiungimento del pareggio in Germania ossia dal 2009. «Per ora comunque - ha aggiunto l’amministratore delegato -, puntiamo sullo sviluppo nell'europa continentale tra cui anche Londra e la Gran Bretagna ma tra un po’ potremo sbarcare anche in Cina».
Quanto a prodotti Mediolanum, la banca punta ora sui nuovi servizi integrati per le famiglie. L’idea che sta alla base della società è quella di permettere ai clienti di fruire di servizi avanzati che permettono di risparmiare rispetto ai canali tradizionali, ma in maniera semplice. Un esempio è la possibilità di poter usare banca Mediolanum non solo tramite internet o telefono, ma anche sulla tv di casa tramite il teletext usando la propria password. Uno dei punti di forza del servizio Mediolanum è la velocità di risposta del call center che è sotto i 20 secondi. Inoltre la comunicazione è sempre gratuita. Tra i nuovi prodotti c’è il conto Riflex che permette un alto livello di personalizzazione compresa la home page e il mutuo. Scegliendo il sistema Riflex infatti è possibile variare in ogni momento sia la scadenza delle rate sia l’anno di scadenza. Al conto è abbinabile anche una carta di credito, gratuita, e con foto del titolare. \