Crescita economica vicina allo zero Flop del cuneo fiscale

La crescita economica nel biennio del governo Prodi (+0,3% la stima Fmi solo per il 2007) è stata ampiamente inferiore alle aspettative e ai proclami del centrosinistra. A poco o a nulla sono servite le misure di rilancio dell’economia annunciati dal governo. Gli effetti del taglio del cuneo fiscale, operativo da luglio 2007, sono stati azzerati dai tanti mesi impiegati per fare arrivare la pratica a Bruxelles. La crescita del mercato del lavoro e un livello di disoccupazione tra i più bassi d’Europa sono frutto delle leggi Treu e poi Biagi, che Prodi nel programma elettorale di 281 pagine aveva annunciato di voler «superare», e che invece è rimasta sostanzialmente invariata, tranne l’abolizione del job on call prevista dalla riforma del welfare. Anche le due tornate di liberalizzazioni (la terza è rimasta lettera morta causa fine anticipata della legislatura) hanno ottenuto scarsi risultati sul fronte di prezzi e tariffe, e sono concentrati quasi esclusivamente su farmaci e cellulari.