Crescono i premi ma cala l’utile

Alleanza Assicurazioni ha chiuso il primo semestre 2005 con un utile netto di 252,5 milioni di euro, in calo dell’8,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I premi si sono attestati a 4,952 miliardi (rispetto ai 4,055 miliardi nel primo semestre 2004), il valore della nuova produzione si è attestato a 112,1 milioni (+18,9% sul 2004), mentre i premi di nuova produzione sono ammontati a 3,832 miliardi di euro (+20,5%). I risultati raggiunti, ha comunicato la società, si collocano entro le fasce-obiettivo fissate dal piano industriale per il 2005. La capogruppo Alleanza Assicurazioni spa, invece, ha chiuso il primo semestre con un utile di 373,5 milioni, in crescita del 51,9% grazie a un aumento significativo dei dividendi da società del gruppo. Sul fronte dei costi, le spese di gestione al lordo del contratto di riassicurazione sono pari a 292,7 milioni (+23,2%). L’incremento è dovuto alla variazione delle provvigioni e allo sviluppo dell’attività commerciale tanto della rete agenziale quanto di Intesa Vita. Per quanto riguarda l’evoluzione della gestione, «è ragionevole, conclude la nota, attendersi per l’esercizio il raggiungimento degli obiettivi in termini di valore della nuova produzione e di utile netto consolidato».