Crescono i prestiti per gli acquisti ma anche le frodi

Gigi Pavesi

Nel 2005 il credito al consumo ha registrato un incremento del 20,8% rispetto all’anno precedente e i finanziamenti per acquisti nel settore della mobilità hanno rappresentato il 45,5% del totale dell’erogato (più 10,8%). In particolare, i finanziamenti per l’acquisto di auto nuove sono aumentati del 12,5%, con una crescita dei crediti concessi a tassi di mercato del 14,8%. Parallelamente all’aumento del credito al consumo, in Italia si registra anche un costante incremento delle frodi creditizie, fenomeno estremamente dannoso per le istituzioni del settore, che subiscono un rilevante danno economico, ma anche e soprattutto per le eventuali vittime inconsapevolmente coinvolte. Secondo i dati raccolti da Crif, società che gestisce il principale sistema di informazioni creditizie operante in Italia, nel 2005 si sono stimati complessivamente oltre 11mila tentativi di frode creditizia per un ammontare complessivo di 46,5 milioni di euro. Solo nel primo quadrimestre del 2006 si stima se ne siano registrati più di 8mila, per un importo di 36,4 milioni. Sulla base di questa tendenza, a fine 2006 si pensa a una crescita del 120% rispetto al 2005. La frode creditizia è un’attività criminale finalizzata a ottenere credito o acquisire beni con l’intenzione premeditata di non rimborsare il finanziamento e non pagare il bene. Per porre in essere tale attività i frodatori richiedono credito utilizzando illecitamente dati identificativi altrui e, talvolta, anche documenti rubati o creando delle false identità. Nel caso del furto di identità la vittima scopre solo dopo qualche tempo di aver contratto un debito per un finanziamento che non ha mai richiesto o per un bene che non ha mai acquistato. Per rispondere a questa minaccia Crif ha creato Identikit, il primo servizio in Italia che fornisce al consumatore protezione contro il rischio di frodi creditizie e furti d’identità. Il consumatore, in pratica, può verificare ogni giorno se sono state effettuate richieste o erogazioni di finanziamenti a suo nome, venendo subito avvisato appena si registrano nuovi movimenti.