Criminalità, 161 latitanti catturati dalla polizia nel 2008: 43 i boss

Un anno di attività per la sicurezza del Paese: 113, un intervento ogni 13 secondi. Terrorismo: presi 14 stranieri. Oltre 24mila stranieri allontanati

Roma - Sono 161 i latitanti catturati dalla polizia nel 2008, 43 dei quali per associazione di tipo mafioso, mentre sono oltre 436mila le persone controllate dagli agenti dei reparti prevenzione crimine nel corso delle operazioni mirate al controllo del territorio. Sono alcuni dei principali dati dell’attività svolta dalla polizia nel 2008, resi noti nel corso della presentazione delle celebrazioni per il 157esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato, una tre giorni dal titolo "C’è più sicurezza insieme" che si aprirà domani con la tradizionale cerimonia a piazza del Popolo, a Roma, alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Oltre 11mila arresti Gli uomini del Servizio centrale operativo hanno concluso operazioni che hanno portato all’arresto di circa 11mila persone tra i quali 982 soggetti appartenenti alla criminalità organizzata. Oltre 3.400 gli stranieri finiti in manette. Tra i 161 latitanti catturati, spiccano Vincenzo Licciardi, Giuseppe Di Stefano e Pietro Criaco, inseriti nell’elenco dei 30 latitanti più pericolosi. Gli uomini della polizia hanno arrestato anche Giuseppe Nirta, Antonio Pelle, Antonio Romeo e Paja Ilir, che erano tra i cento uomini più ricercati.
Anche sul fronte dei sequestri sono stati conseguiti risultati importanti: il valore complessivo dei beni mobili e immobili recuperati ammonta a circa 1.600 milioni. Quanto ai reparti prevenzione crimine, nel 2008 sono state 426mila le persone controllate, di cui 1.349 arrestate, mentre sono state oltre tremila le perquisizioni. In totale gli arrestati nel 2008 sono stati 46.118 e 230.943 i denunciati.

113: un intervento ogni 13 secondi Quasi settemila interventi al giorno, oltre 5 milioni di chiamate in un anno: il 113 compie quarant’anni ma non invecchia e resta uno dei numeri più chiamati dagli italiani. Complessivamente, l’anno scorso sono arrivate al 113 5.252.748 chiamate; 4.225.263 sono state le persone e 1.986.265 i veicoli controllati in seguito alle segnalazioni. Quanto agli interventi, sono stati c2.465.952, quasi settemila al giorno, così divisi: 1.710.000 per attività di polizia (compresi gli incidenti stradali), 78.777 per soccorso sanitario, 214.269 per calamità naturali e incidenti vari, 462.328 per interventi di natura diversa. Quasi 30mila (29.921), infine, le persone arrestate dopo l’intervento di una voltante del 113 e 90.892 quelle denunciate.

Lotta al terrorrismo Quattordici stranieri, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine, arrestati nell’ambito delle indagini per il contrasto al terrorismo internazionale di matrice islamica, quattro magrebini espulsi con un provvedimento del ministro dell’Interno per gravi motivi di sicurezza nazionale, altri 29 stranieri finiti in manette perchè appartenenti ad organizzazioni terroristiche di matrice non religiosa, 216 minacce specifiche esaminate nel 2008 dal Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa). Sono i numeri di un anno di attività dell’Ucigos, la polizia di prevenzione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Quanto al versante del terrorismo interno, sono stati arrestati 9 soggetti appartenenti a formazioni anarco-insurrezionaliste e 2 persone responsabili di attentati a danno di obiettivi islamici in Italia. Sul versante dell’estremismo di sinistra sono finiti in manette 35 militanti e 1.466 sono stati denunciati, mentre sul fronte opposto i provvedimenti di arresto hanno riguardato 73 militanti (233 i denunciati).

Clandestini allontanati Sono stati 24.234 gli stranieri allontanati dalla Polizia nel corso del 2008. Di questi, 8.340 sono stati riammessi nei paesi di provenienza. Per motivi di sicurezza sono state allontanate dal territorio nazionale 910 persone, mentre altre 408 sono state arrestate per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Sequestri di droga Più di 12 tonnellate di droga sono state sequestrate dalla Polizia nel corso del 2008. In particolare, sono stati recuperati 387 kg di eroina, 1.257 di cocaina, 10.256 di cannabis, oltre a 4.093 dosi di amfetaminici e 52 di lsd. Le persone segnalate all’autorità giudiziaria sono state 5.023.

Reati on line: 102 arresti Nel 2008, nonostante i siti web monitorati dalla polizia postale a caccia di pedofili online siano stati il doppio di quelli di e-commerce, sono state 102 le persone arrestate per illeciti nel commercio elettronico e 39 quelle per scambio o diffusione di immagini pedopornografiche. Gli investigatori hanno monitorato l’anno scorso 23.281 siti web e compiuto 559 perquisizioni in tutta Italia per contrastare il fenomeno della pedofilia via Internet. Sono state 102 invece le persone sono state arrestate invece con l’accusa di aver commesso "illeciti nel commercio elettronico", mentre altre 4.115 sono state denunciate, con 253 perquisizioni e il monitoraggio di 12.462 siti, dice la polizia. Al terzo posto, nella "classifica" della polizia postale e delle comunicazioni, le truffe telefoniche e online, con 5 arresti, 1.341 denunce e 582 siti Internet monitorati. L’anno scorso, grazie al proprio sportello web, la polizia dice di aver raccolto circa 13mila richieste relative a "fenomeni come hacking, spamming, phishing, dialer, pedofilia, e-commerce e violazioni del diritto d’autore". La polizia "irromperà" anche nei social network, con una propria pagina su Facebook e un canale dedicato su Youtube.

Sicurezza sulle strade Sono 480.706 gli automobilisti italiani che sono stati soccorsi dalla Polizia Stradale nel corso del 2008. Le pattuglie sono intervenute in occasione di 80mila incidenti, di cui 1.341 mortali con 1.507 vittime e in più di 36mila incidenti con lesioni che hanno fatto registrare quasi 58mila persone ferite. Nel corso del 2008 la Stradale ha denunciato 12mila persone e ne ha arrestate più di 2mila. Il totale dei punti sulla patente decurtati assomma a quasi 4milioni e mezzo. Particolare attenzione è stata rivolta a chi guida sotto l’effetto dell’alcol o degli stupefacenti: i controlli con gli etilometri sono stati quasi 1.350.000 e hanno portato alla identificazione di 30mila ubriachi al volante e più di 2.500 drogati alla guida. Le auto sequestrate in queste circostanze sono state circa 2.800. Quasi 700mila i casi di superamento dei limiti di velocità contestati, con 75mila patenti ritirate.

Sicurezza negli stadi Nel 2008 sono stati monitorati 3.050 incontri di calcio, di cui 385 di serie A, 471 di serie B, 1.498 di I/II Divisione Lega Pro (ex serie C), 37 incontri internazionali e 659 di altri campionati, ai quali hanno assistito più di 16,5 milioni di spettatori. Per la gestione dei servizi di ordine pubblico in occasione degli incontri di calcio delle sole squadre professionistiche, è stato disposto l’impiego di 114.208 unità della Polizia di Stato.
Nel corso delle manifestazioni sportive sono rimasti feriti 102 operatori della Polizia di Stato rispetto ai 236 del 2007 (-56,58%). Per quanto riguarda l’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza negli stadi, sono stati arrestati 201 tifosi (-40,71% rispetto all’anno precedente), mentre 848 (-6.92%) sono stati quelli denunciati in stato di libertà. Lo scorso anno il provvedimento di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (Daspo) è stato comminato a 4.205 persone con l’emissione di 862 provvedimenti. A questa attività di prevenzione e contrasto della violenza negli stadi hanno preso parte le "Squadre tifoserie" delle Digos: a seguito delle loro indagini relative ad atti di intemperanza in occasione di competizioni sportive sono state arrestate 157 persone e 599 sono state denunciate in stato di libertà.

Sicurezza nelle manifestazioni L’attività della Polizia a tutela della sicurezza è stata impegnata nel 2008 da 7.325 manifestazioni di rilievo per l’ordine pubblico, di cui 925 su temi politici, 2.524 a carattere sindacale-occupazionale, 1.141 studentesche, 221 sulla problematica dell’immigrazione, 637 a tutela dell’ambiente, 119 a sostegno della pace, 412 elettorali e le restanti 1.346 su tematiche varie. Nella tutela degli obiettivi a rischio e per la protezione di circa 14mila siti sensibili sono stati impegnati 7.789 operatori.
Nel 2008 sono arrivate ed hanno soggiornato in Italia 1.033 personalità straniere, tra cui 83 capi di Stato e 46 capi di Governo. In questo ambito particolarmente impegnative sono state a Roma la visita dell’ex presidente statunitense George W. Bush, la Conferenza sulla sicurezza alimentare e le sfide delle bioenergie e del cambiamento climatico, organizzata dalla Fao, con la partecipazione del Segretario generale dell’Onu Ban Ki Moon e delle delegazioni di 110 Paesi. Per tutte le esigenze di ordine e sicurezza pubblica verificatesi lo scorso anno sono stati disposti 390.368 turni di servizio in ambito nazionale.