La crisi del 7° anno colpisce ancora: JLo divorzia da Marc Anthony

Il sogno pop-matrimoniale più latinoamericano del mondo dello spettacolo è andato in frantumi. Il matrimonio di Jennifer Lopez e Marc Anthony sta per finire: la coppia regale della musica portoricana ha infatti annunciato la separazione. Il comunicato consegnato ieri all’Associated Press dall’agente della Lopez dice che quella di porre fine al matrimonio «è stata una decisione difficile». Le due star hanno detto, come spesso accade in questi casi quando si tratta di gestire anche un vero e proprio impero economico, di avere raggiunto una «decisione amichevole» su ogni possibile questione e hanno chiesto di rispettare la loro privacy. Anche perché di mezzo ci sono i figli, due gemelli di tre anni: Max e Emme, nati nel 2008.
Eppure è evidente che si tratti in qualche modo di un fulmine a ciel sereno che in pochi si aspettavano, soprattutto tra i fan. Finisce infatti un “sogno” che era nato con una cerimonia segreta a Beverly Hills e che sembrava solidissimo. Le componenti da romanzo rosa a ritmo di salsa (Anthony in quel genere musicale è «il Re») infatti c’erano tutti: i due erano convolati a nozze appena cinque mesi dopo che la Lopez aveva scaricato Ben Affleck e con il divorzio di Anthony dalla prima moglie, Dayanara Torres, firmato solo una settimana prima. Poi la coppia che aveva rinnovato gli sponsali ancora nel 2010, in occasione del sesto anniversario di matrimonio.
E se ad un certo punto ci saranno grandi questioni patrimoniali da regolare, la prima grana si presenterà subito in forma professionale. Dopo l’uscita del suo ultimo album Love e l’impegno come giudice nella trasmissione American Idol, la Lopez stava lavorando insieme con il marito al programma Q’Viva! The Chosen, ideato in collaborazione con lo stesso creatore di American Idol, Simon Fuller, e pensato per dare la caccia ai giovani talenti della musica latina. Lo show non aveva però ancora una data di lancio precisa e, dopo l’annuncio della separazione, non si sa se il progetto andrà avanti. Insomma la crisi del settimo anno di J-Lo sarà consensuale ma probabilmente non senza strascichi.