La crisi cambia San Valentino: spopola il regalo condiviso

Basta con i doni usa e getta, sì invece a pensieri importanti che diano l'idea di concretezza

Sette coppie su dieci riscoprono la necessità di intimità e di trascorrere insieme momenti unici, fatti di calore e complicita'. A partire dai regali: Una scatola di cioccolatini? Scontata. Un mazzo di rose rosse? Banale. Un orsetto di peluche? Poco originale. Il San Valentino 2010 cambia musica: basta con i «soliti pensierini" e i regali pensati solo per uno dei partner, la parola d'ordine è «condividere e condividersi». L'imperativo, per quasi 8 coppie su 10 è che il regalo sia «di coppia», che crei complicità e aiuti a ritrovare la coesione (65%) e, non da ultimo, che sia quanto più lontano dal "virtuale" possibile. I motivi? C'è voglia di riscoprirsi (46%), di concedersi un momento veramente intenso che non si esaurisca in una singola occasione (39%) e di ritrovare quell'intimità e quella coesione dei primi momenti del rapporto (37%). Non a caso, a sorpresa, a sentire maggiormente il San Valentino 2010 non sono i giovani fidanzatini, ma quelle coppie che hanno gia' una storia e una vita in comune che lo festeggeranno in modo particolare (37% contro la media del 31%). Ma quali sono i regali che le coppie da Bolzano a Pantelleria si faranno quest'anno? Da una bottiglia di vino di qualità ad un elettrodomestico da «vivere in due», passando per un weekend all'insegna delle coccole di coppia: il leit motiv è concretezza, voglia di intimita' e di emozionarsi insieme.
Tutto questo emerge da uno studio condotto da BocconiTrovato&Partners attraverso dei focus su 250 coppie (dai 18 ai 65 anni) e con un monitoraggio sui siti delle principali riviste internazionali di life style sui regali più gettonati per la festa degli innamorati.
Per rinsaldare l'amore e la passione a partire da San Valentino e per tutto l'anno, l'imperativo è pensare ad un regalo che sia rigorosamente di coppia e che non sia effimero o fine a se stesso
Per moltissimi San Valentino rappresenterà una sorta di «ripartenza» non solo della coppia, ma della propria vita quotidiana. Ecco allora che oltre alla «condivisione», questa festa degli innamorati sarà per molti all'insegna dell'intimità. Sembra infatti in calo la classica cenetta romantica al ristorante, indicata come modo di festeggiare dal 19% delle coppie, e soprattutto da quelle piu' giovani (24%) e dagli over 50 (21%). Saranno molti di piu' (37%) a scegliere come "set" per la sera più romantica dell'anno, la propria casa, naturalmente addobbata a dovere e dove si svolgera' una cena super intima, dove per una volta sarà lui a preparare (41%), ricorreranno ad una gastronomia super raffinata (35%) o addirittura si «concederanno» uno chef a domicilio, come pensa di fare il 9% di chi opta per la cena domestica. Ma le opzioni non si fermano certo qui: approfittando del fatto che San Valentino cade di domenica, non sono pochi quelli che pensano ad un weekend super romantico (28%), magari in una capitale europea o chiusi in una spa per coccolarsi e farsi coccolare.
Ma le novità di questo San Valentino si rispecchiano anche nella tipologia dei regali che le coppie si scambieranno o, come sembra sia il vero trend di quest'anno, "condivideranno", come ha detto il 71%. Ecco allora che sono considerati 'out' tutti i pensieri giudicati effimeri e inutili (lo pensa il 78% degli interpellati), quelli destinati ad uno solo dei due (65%), oltre che tutti quegli oggetti banali o scontati, tanto da essere facilmente immaginabili anche prima di aprire il pacco, come dice il 54%. In concreto quindi, quale sara' la caratteristica di fondo che sta alla base del regalo perfetto? Innanzitutto la necessita' che sia di "coppia", cioe' che sia condiviso da entrambi (78%) e soprattutto che debba essere obbligatoriamente «utilizzato insieme». Out virtuale e le solite sciocchezze come i peluchini o i piccoli gadget ormai comprati per «noia»: possibilmente deve assolvere ad una necessità concreta (65%) o comunque ad un bisogno condiviso. Se poi non è un oggetto destinato a "rimanere", ma e' legato ad un consumo immediato, allora deve essere qualcosa che lasci un ricordo di se' grazie a cui sentirsi ancora piu' uniti (61%) o che serva per rendere piu' piacevole ed emozionante un episodio legato ad un momento particolare della propria vita a due (54%).
In cima alla top ten dei regali d'amore spiccano l'hi-tech ed elettrodomestici,
con cui arredare il proprio nido d'amore in cui far crescere una famiglia, e momenti di intimità da passare insieme, come emerge anche dai trend internazionali
Alle coppie è stato chiesto quali saranno le tipologie di regali associate a San Valentino e i trend emersi trovano un riscontro negli oggetti indicati come must have dalle riviste e dai siti di life style a livello internazionale. Al primo posto nelle indicazioni delle coppie intervistate ci sono oggetti per la casa, soprattutto piccoli elettrodomestici con cui «coccolarsi» anche al di fuori della festa di San Valentino (67%), come una macchina per il caffè con cui concedersi un cappuccino, una cioccolata calda oppure semplicemente un caffè come rito del buongiorno insieme.
Non manca poi chi propenderebbe per oggetti di arredo (42%), e a dominare sono proprio i divani, ideali per accogliere gli amici, ma soprattutto per trasformarsi in un vero e proprio rifugio per la coppia. Il 36% invece pone tra gli oggetti più probabili dei gadget per la casa, e a dominare saranno le cornici digitali dove racchiudere i ricordi più cari della propria vita di coppia: dalle classiche «nere» per arrivare a quelle colorate, come quelle di Intreeo, considerate la vera novità del mercato a livello internazionale.