Crisi e rivoluzioni All’Auditorium tornano le lezioni di storia

La Storia torna da protagonista all’Auditorium Parco della Musica. E lo fa con un tema di primo piano che punta a catturare l’attenzione del grande pubblico: «Crisi e rivoluzione», filo conduttore di tutte le nove lezioni condotte da altrettanti storici di vaglia con il fil rouge dell’introduzione curata sempre da Paolo Di Paolo . Un viaggio tra i grandi eventi, insomma, che prende il via domani (alle 11 nella sala Sinopoli) con Andrea Carandini che propone una ricostruzione della fase di passaggio dalla monarchia alla repubblica nell’antica Roma, negli anni del potere di Servio Tullio.
Nel secondo appuntamento (il 13 dicembre sempre alle 11) sotto i riflettori saranno «La peste nera e la crisi del Trecento» illustrate da Alessandro Barbero. Dopo la lunga pausa natalizia si torna poi (il 10 gennaio) con l’analisi della scomunica di Martin Lutero da parte del papa Leone X e alla successiva frattura della cristianità che darà vita a una miriade di sette. Protagonista di questa lezione sarà Massimo Firpo.
L’idea di fondo è che le lezioni raccontino non solo le grandi rivoluzioni politiche ma anche quelle scientifiche e economiche. Spazio allora all’appuntamento con Paolo Galuzzi (il 31 gennaio) che illustrerà il nuovo universo descritto da Galileo nel 1610 che tanto si allontana dalle ipotesi di Aristotele e Tolomeo che tra gli europei avevano tenuto banco fino a quel momento. Della prima macchina tessile, la spoletta volante inventata da John Kay nel 1733 che tradizionalmente segna l'inizio della rivoluzione industriale, si occuperà, invece Valerio Castronovo il 14 febbraio.
Racconterà poi un passaggio cruciale e decisivo della rivoluzione francese Luciano Canfora il 7 marzo nel suo appuntamento con la storia «1793. L’arresto dei Girondini e la crisi della rivoluzione». Di come l’Europa affronta il 1848 parlerà (il 21 marzo) Lucio Villari; mentre sulla crisi del Fascismo sancita dal Gran Consiglio del 25 luglio 1943 e sulla fase della liberazione (il 25 aprile) dirà la sua Simona Colarizi.
Chiude il ciclo di questa quarta edizione di Lezioni di Storia (realizzate dalla fondazione Musica per Roma insieme agli editori Laterza) Andrea Graziosi che il 16 maggio proporrà un’analisi sulla crisi del socialismo e la nascita della nuova Europa rappresentata idealmente dalla caduta del muro di Berlino.