Crisi È «guerra» in Municipio, devastate pure le ambulanze

Dalle minacce a parole (via mail, telefoniche o scritte che fossero) si è passato ai fatti. E Vittorio Carpi, presidente della Croce Verde di San Gottardo e consigliere del Municipio di Molassana, eletto nel centro sinistra ma, per divergenze d'idee, quasi subito passato al gruppo misto (e di fatto all'opposizione), ha capito di avere avuto ragione a temere attacchi violenti. D’altra parte lo aveva predetto la settimana scorsa, in occasione del consiglio municipale sulla mozione di sfiducia presentata alla giunta di sinistra: «Nonostante le vigliaccate che continuo a subire da due anni a questa parte - aveva dichiarato in quella circostanza - voto a favore della mozione presentata dal centro destra con la speranza di vedere finalmente cadere questa giunta, incapace di governare ed essere coerente coi problemi veri. Sono due anni che ricevo lettere minatorie e quella ricevuta qualche minuto fa molto esplicita, che mi diceva che se avessi votato contro dalle minacce passeremo ai fatti non mi scompone per nulla, io vi voto contro ugualmente».
Una promessa mantenuta, quella di Carpi: al momento dell'attesa votazione, il suo voto andò al centro destra. (...)