Crisi, l'allarme di Trichet "Situazione peggiorata Dobbiamo agire subito"

Il presidente della Bce al parlamento europeo: "Non è appropriato che sia la Bce a fornire la leva finanziaria, i governi hanno tutti mezzi per agire da soli"

Bruxelles - Non c'è più tempo da perdere in discussioni. E' il momento di agire prima che sia troppo tardi. Ne è sempre più convinto il presidente della Bce, Jean Claude Trichet. "Nelle ultime tre settimane - dice in un'audizione al parlamento Ue - la situazione è peggiorata. La crisi del debito sovrano si sta allargando agli Usa e al Giappone.

Secondo Trichet, "la crisi è sistemica e va affrontata con decisione. I governi e le autorità nazionali e le istituzioni europee devono raccogliere la sfida e agire insieme rapidamente. Ulteriori ritardi possono solo contribuire a peggiorare la situazione". E sulla questione spinosa del "fondo salva Stati" Trichet ha le idee molto chiare: la potenza di fuoco del fondo deve essere aumentata (servono più soldi) ma non è appropriato che sia la Bce a fornire la "leva finanziaria", i governi hanno tutti mezzi per agire da soli.