Crisi mutui, Tremonti: la cura Draghi non basta

Il futuro ministro dell’Economia a margine del seminario dell’<em>Istituto Aspen Italia</em> a Parigi sulla crisi economica stronca le raccomandazioni del governatore della Banca d'Italia: quel tipo di ricetta &quot;è un po' come dare un’aspirina per una malattia più grave&quot;

Parigi - Le raccomandazioni del Financial Stability Forum non sono sufficienti ad affrontare la crisi dell’economia mondiale. È quanto ha affermato il futuro ministro dell’Economia Giulio Tremonti a margine del seminario dell’Istituto Aspen Italia a Parigi sulla crisi economica. Parlando con i giornalisti del rapporto del presidente del Financial Stability Forum e governatore della Banca d’Italia Mario Draghi Tremonti ha spiegato che quel tipo di ricetta "a occhio è un po' come dare un’aspirina per una malattia più grave. Se leggete il menu finale si parla di iniezioni di liquidità e altre cose fumose ma il rapporto è reticente sugli aiuti di Stato".

Inoltre, ha continuato Tremonti, "dentro non c’è mai la parola nazionalizzazione. Non dò giudizi di merito ma il testo non contiene la realtà delle nazionalizzazioni che sono state fatte e che si faranno in futuro e quindi omette il passaggio più significativo". Il rapporto del governatore della Banca d’Italia quindi, ha aggiunto Tremonti, "francamente non è un testo che uno si va a leggere perchè è come chiudere la porta quando i buoi sono scappati e appartiene al quel tipo di cultura tecnica che non basta più a gestire le cose che sono cambiate".