Crisi, Portogallo e Grecia declassati: tagliati ancora i rating dei due Paesi

Standard and Poor’s taglia il <em>rating</em> del
Portogallo, portandolo a &quot;BBB-&quot; a un gradino dal livello &quot;spazzatura&quot;, e della Grecia che passa a &quot;BB-&quot;

L’agenzia internazionale Standard and Poor’s ha tagliato sia il rating del Portogallo, portandolo a "BBB-" a un solo gradino dal livello "spazzatura", sia quello della Grecia che passa da "BB+" a "BB-".

Il declassamento del Portogallo Nuovo declassamento di rating sul Portogallo, stavolta dall’agenzia Standard & Poor’s che ha abbassato la valutazione sui titoli di Stato del paese a "BBB-", dal precedente "BBB". Una decisione che interviene dopo le recenti dimissioni dell’esecutivo portoghese. Standard & Poor’s ha mantenuto le prospettive negative sul rating del Portogallo, ma lo ha rimosso dal CreditWatch con implicazioni negative, che preludono possibili declassamenti nel breve termine.

Il declassamento della Grecia Standard & Poor’s ha ulteriormente abbassato il rating sui titoli di Stato della Grecia, ora a "BB-" dal precedente "BB+", mentre sul paese vengono mantenute prospettive negative, che potrebbero implicare possibili nuovi declassamenti nei mesi a venire. La decisione, recita un comunicato, è stata presa dopo che dalle decisioni assunte nell’ultimo Consiglio europeo è stata confermata la previsione che la futura assistenza finanziaria al paese potrebbe richiedere una procedura di ristrutturazione del suo debito.