«Crisi in Regione? Dipende dalla Lega»

C’è una «situazione politica non chiara» e allora Roberto Formigoni, nel corso della giunta regionale lombarda di ieri, ha fatto rinviare alla riunione della prossima settimana (programmata per l’8 marzo) tutti i punti all’ordine del giorno che non avevano carattere di urgenza. Il riferimento alla situazione politica «non chiara» è evidentemente collegato alla vicenda delle candidature, con quella possibile di Formigoni al Senato, e alle relative prese di posizione della Lega al riguardo. «La cosa non dipende dalla Lega» ha spiegato Formigoni, il cui rapporto col Carroccio sembra essere ridotto ai minimi termini. Sulla possibilità di continuare il legame politico in Regione, Formigoni è stato molto chiaro: «Dipende solo dalla Lega - ha dichiarato in esclusiva a il Giornale - se la Lega capirà cosa significa far parte di una coalizione ci sarà ancora spazio per lei». Le uniche reazioni lumbard sono arrivate (volutamente) dagli europarlamentari Salvini e Borghezio. «La reazione stizzita di Formigoni ci imbarazza», ha detto Salvini. E Borghezio: «Offende la sua intelligenza».