in crisi

Dì la verità: nel tuo immaginario patinato di lei ti eri fatto tutta un’altra idea, pensavi che a rimorchiare una sex symbol, una bella al di sopra delle tue possibilità, fosse il massimo della libidine... be’, ripensaci. La tua fidanzata è meglio. E forse anche tu. Portarsi a letto le donne più desiderate del pianeta, fidati, è il peggio che ti possa capitare. Chi c’è stato se n’è pentito e non lo farà mai più. La Desperate Housewive Nicolette Sheridan per esempio. Gelida come un cadavere. Mai un po’ di calore nemmeno umano. Almeno così giura il suo ex Nick Solderblom che le rifila un 2 in pagella: «In otto mesi lo abbiamo fatto solo sei volte». Il vero desperate, cercate di capire, in realtà è sempre stato lui.
LA VENDETTA DELL’EX
E Maria Sharapova? Un pezzo di legno. Parola di Adam Levine, rocker di professione, che con la siberiana ha avuto una storia breve ma per niente intensa. In campo geme come una pornostar, ma a letto si comporta come una diva del muto: «Maria è una statua, sempre immobile, che non parla mai». Due palline così: «Mi ci sono voluti gli antidepressivi per uscire da questa storia. È stato peggio di quando ho scoperto che Babbo Natale non esisteva». Se è per questo pure chi ha scoperto Paris Hilton si è ritrovato sotto una befana. Nick Carter, Backstreet Boys non Fumetti in tv, di lei ha solo brutti ricordi: «Prima di un rapporto ha bisogno di farsi di alcol e droga, poi a letto le sue prestazioni mettono tristezza». Paris insomma non vale nemmeno una messa. Nemmeno le insospettabili si salvano dalla vendetta dell’ex. Pamela Anderson per il rocker Kid Rock, suo marito per 121 giorni «come bomba del sesso è scoppiata: ha il terrore di lasciarsi andare ed è tormentata dall’ansia da prestazione». A letto con Madonna? Ci si annoia da pazzi. «Mamma mia che delusione - va giù duro l’ex fidanzato, il baskettaro Dennis Rodman -. Farci sesso è stato un errore». Un errore, si può dire, della madonna.
UOMINI SENZA SESSO
Gli uomini, a dire il vero, si demoliscono anche da soli. L’ultimo in ordine di tempo è stato Lenny Kravitz, appena ieri. L’uomo che ha amato Nicole Kidman, Vanessa Paradis e Natalie Imbruglia non ce l’ha fatta più a tenere nascosto il suo segreto: «Non faccio sesso da tre anni e non sono mai stato meglio di così». Pare che negli ultimi tempi abbia avuto una specie di illuminazione mistica, una svolta religiosa. Forse per questo quando ha giurato «le donne non mi interessano più» tutti hanno pensato a una battuta di spirito.
Ma Lenny non è solo. Rupert Everett: «Sono un amante patetico, troppo egoista, troppo estremo, troppo vulnerabile, troppo egocentrico». Robbie Williams: «Non sono molto bravo con le donne. Dopo averne avuto una perdo subito interesse». E le donne quando possono ricambiano la gentilezza. L’ultima, qualche giorno fa, è stata Juliette Lewis: «Brad Pitt. Be’, diciamo che non è un grande affare... non so se mi capite...». Ma le pare, signorina, abbiamo capito benissimo. Lei almeno è stata carina. Jenna Jameson per esempio ci aveva a suo tempo informato che Nicholas Cage «puzza come il sudore distillato di un barbone senza tetto» e Kim Basinger che baciare Mickey Rourke è «come leccare un portacenere». E pensare che una volta c’era chi voleva sposare Simon le Bon.
L’IMPORTANTE È PARTECIPARE
La Sharapova comunque non è l’unica sportiva eliminata. Ronaldo? «A letto non è un fenomeno come in campo. Troppo muscolare e poco cerebrale». Parola di Lazara de Morais Souza detta Lara, accompagnatrice di professione e sua ex amante. E Lewis Hamilton «a letto è veloce come in pista» giura Cemre Mirel modella anglo-turca dalla tenuta eccellente specie in curva. Se cerchi poi di consolarti con gli uomini di una volta che non ci sono più le cose si mettono pure peggio. Marlon Brando, sospira l’ex moglie, la bellissima indiana Anna Kashfi «non era dotato ma nemmeno abile»; Clark Gable per Joan Crawford, sex symbol pure lei «non era un amante appagante, per questo cercavo di distrarlo in ogni modo dalla camera da letto»; Rodolfo Valentino per Natascia Rambova era solo «un piumino rosa da cipria»; Elvis The Pelvis, per la moglie Priscilla che arrivò senza fatica vergine al matrimonio, a letto pensava solo alla mamma defunta: «La nostra prima notte di nozze mi disse triste e sconsolato: vorrei tanto che mamma fosse qui con noi...». Yvonne Sanson invece non ha mai parlato: dopo ogni scena di bacio con Amedeo Nazzari si limitava a sputare.
MEGLIO UNA VOLTA?
Nemmeno John Fitzgerald Kennedy, si salva a dispetto della fama di stropicciafemmine. Non era granché, almeno per la moglie Jackye: «È troppo sbrigativo e si addormenta subito». Toccò a Frank Finnerty, cardiologo e vicino di casa di Bob Kennedy, spiegagli che, insomma, se si fosse data da fare un po’ di più con i preliminari le cose sarebbero andate meglio. Ma il peggio del peggio è Illich Ramírez Sánchez, detto Carlos lo sciacallo, l’ex terrorista più ricercato del mondo. Metteva i brividi a tutti ma non alla sua compagna, la tedesca Magdalena Kopp, «È sempre stato un amante mediocre. Prima di fare l’amore, per fare il duro, metteva la pistola sul tavolo. Ma la cosa finiva lì». Ci ha vissuto 13 anni. Magari un po’ pistola era pure lei...