«Cristiano? Sappiamo come fermarlo»

Germania col dubbio Lukas Podolski. L’attaccante tedesco, vero trascinatore della squadra di Loew con tre gol nelle prime tre partite di quest’Europeo rischia di dover dare forfait nella partita più importante: il quarto di finale di questa sera contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo e soci. «Lukas ha sempre problemi a un polpaccio - spiega il ct Loew, che dovrà seguire la partita dalla tribuna perché squalificato -. Non si allenerà oggi (ieri, ndr) proprio per consentirgli di recuperare in vista del match col Portogallo». Recupero che, però, sembra abbastanza difficile: «Ovviamente faremo di tutto perché sia pronto - continua il ct tedesco -. Speriamo che possa essere in campo, ma sulla sua presenza c’è un grosso punto interrogativo». Se Podolski non dovesse farcela, ancora spazio alla coppia Klose-Gomez, nonostante quest’ultimo abbia finora deluso le attese. «Ho la massima fiducia in Gomez - la difesa di Loew -: sono sicuro che mostrerà le sue qualità nel resto del torneo».
Nel frattempo si surriscalda il clima della vigilia. L’ex portiere dell’Arsenal e attuale numero uno della Germania Jens Lehmann sostiene che gli uomini di Arsene Wenger avevano un segreto per neutralizzare Cristiano Ronaldo. Di quale tattica si tratti Lehmann non lo ha chiarito, ma ha assicurato che la sua nazionale la userà oggi: «I miei ex compagni di squadra avevano trovato il modo di fermarlo. Questa tattica speciale funziona. L’ho condivisa con la Germania e la renderemo effettiva», ha rivelato il portiere al Sun. Secca la replica della stella del Manchester United: «La ragione per cui mi conosce è perché l’ho sommerso di gol in passato. Conosciamo i suoi punti deboli e anche quelli della Germania: li sfrutteremo. Vincerà la squadra che gioca meglio e sono fiducioso che saremo noi».