Per Cristina un passato da "cubista" La madre: "Io non ne sapevo niente"

La più esplosiva fra le concorrenti del Gf conduceva una doppia vita da cubista della quale neppure la madre era al corrente. È quanto rivela &quot;Tv Sorrisi e Canzoni&quot; nel numero in edicola oggi<br />

Roma - Misteri, discoteche e cubi. Sono gli scheletri nell'armadio di Cristina Del Basso, l'esplosiva concorrente del Grande Fratello. La ragazza, infatti, conduceva una doppia vita della quale neppure la madre era al corrente. È quanto rivela "Tv Sorrisi e Canzoni" nel numero in edicola domani, lunedì 19 gennaio. "Non ci credo. Non è possibile. La mia Cristina mi diceva sempre: Mamma, vado a lavorare al bar, giù a Como. Ecco, credevo facesse la barista. Andava ogni weekend e rientrava tardi la sera. Questa notizia è un duro colpo", racconta al settimanale Maria Teresa Dal Basso, madre di Maria Cristina.

Passato da cubista
In realtà, da quanto emerso nelle ultime ore, non faceva la barista, ma ballava sul cubo allo Star Dance, night club di di Figino Serenza, in provincia di Como. Sua figlia nel locale aveva anche un nome d’arte: Nina. Ballava, sorseggiava fiumi di champagne ed era la più richiesta del locale. "Sono senza parole. Spero che questa doppia identità di mia figlia sia dettata dalla leggerezza della sua giovane età. Un errore di cui parleremo faccia a faccia", prosegue la madre, che osserva: "Cristina si è sempre mantenuta da sola. Anche l’operazione al seno, che ha fatto in una clinica milanese, se l’è pagata di tasca sua quando aveva diciotto anni. Ora ho capito da dove arrivavano quei guadagni. Dovevo stare più attenta".