Croce d’oro per Nassirya

Roma. Non la medaglia d’oro al valore militare che alcuni chiedevano, ma arriverà lo stesso un riconoscimento ai militari italiani morti a Nassirya. La commissione Difesa del Senato ha approvato ieri un disegno di legge che conferisce la Croce d’onore d’oro alle vittime di atti di terrorismo impegnate in operazioni militari a sostegno della pace. In attesa dell’approvazione da parte della Camera, i familiari degli uomini morti in Irak parlano di un «primo passo», ma ribadiscono di attendersi la medaglia d’oro. Lo scorso 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, 4 familiari dei militari vittime dell’attentato di Nassirya (che costò la vita a 12 carabinieri, 5 soldati e due civili), aveevano reso nota una lettera in cui chiedevano al presidente Carlo Azeglio Ciampi a che punto fosse l’iter per la concessione della medaglia d’oro al valor militare. A bloccarla sarebbe una questione burocratica: i 17 militari morti non possono ricevere la medaglia al valore militare perché questa viene assegnata solo a chi ha avuto alti meriti in azioni di guerra, mentre i caduti di Nassirya erano in missione di pace.

Annunci

Altri articoli