La crociata salutista del Principe Carlo: "Vietiamo McDonald's"

Abu Dhabi - Vietare McDonald's per la salute dei bambini: l'invito non proviene da un gruppo di attivisti anti-globalizzazione, ma dal Principe Carlo che considera la grande catene di fast food una delle principali responsabili della pessima alimentazione dei più giovani. Al cospetto di scienziati e ricercatori dell'Imperial College London Diabetes Centre ad Abu Dhabi, che gli presentavano le nuove iniziative volte a migliorare gli standard alimentari del paese, il principe Carlo ha risposto suggerendo la messa al bando dei McDonald's. "Avete provato a vietare McDonald's? Sarebbe fondamentale", ha spiegato alla nutrizionista Nadine Tayara.

La crociata salutista Clarence House, la residenza ufficiale londinese del principe, ha emesso un comunicato in cui precisa le esternazioni dell'erede al trono: "L'intenzione del principe Carlo è quella di promuovere un'alimentazione sana ed equilibrata, volta alla più vasta ed ampia varietà di alimenti e cibi. Il Principe del Galles è da sempre un paladino di un'alimentazione corretta, in particolar modo per i bambini".

La risposta di McDonald's Le parole del principe - come prevedibile - non sono piaciute alla multinazionale statunitense che attraverso una portavoce ha fatto sapere di essere "estremamente dispiaciuta. Ci sembra un commento improvvisato, che non riflette la qualità del nostro menù né quello che facciamo come azienda". La portavoce ha aggiunto che il Principe è "chiaramente non informato" di alcune scelte fatte dalla società, come le nuove e più complete etichette, la promozione dell'agricoltura sostenibile, e i cambiamenti nei valori nutritivi del menu, con più scelta e varietà. "Altri membri della famiglia reale hanno visitato un McDonald's più di recente e hanno un'immagine di noi più aggiornata", ha affermato.