La crociera piace più della Torrisi

Che Natale sarebbe senza il cinepanettone di De Sica? Il tradizionale appuntamento si è rinnovato, anche nel 2007, con Natale in Crociera, solito concentrato di pochade farcite da parolacce, prodotti da spingere e (ed è quel che conta) risate (tante) che si propagano in sala in maniera contagiante.
Perché è inutile fare tante analisi sociologiche e fenomenologiche intorno al cinepanettone; è qualcosa che fa storia a sè e potete stroncarlo fino alla nausea senza intaccare minimamente la voglia, degli italiani, di andare, ogni anno, a fare la fila (lunga) per non perdersi il must. Natale in crociera, poi, rispetto a qualche episodio più o meno recente, vanta una prima parte ed una fine brillanti e convincenti.
Tanto da far impallidire il pur volonteroso Una moglie bellissima di Pieraccioni, per niente supportato da un cast poco incisivo nel caratterizzare i personaggi di contorno e da una sceneggiatura quasi «rancorosa» piuttosto che fotografia di una provincia italiana capace, ogni giorno, di sfornare soggetti da adattare al grande schermo. Insomma, dopo il riuscito Ti amo in tutte le lingue del mondo dello scorso anno, questo è un Pieraccioni da due passi indietro.
I più visti a Genova dal 10 al 16 dicembre 2007. 1) Natale in crociera; 2) Una moglie bellissima; 3) La bussola d’oro; 4) Come d’incanto; 5) La promessa dell’assassino; 6) Winx Club; 7) Irina Palm; 8) 1408; 9) L’età barbarica; 10) Nella valle di Elah.