Crolla una palazzina a Vermicino Morti due anziani

La tragedia forse causata da una fuga di gas che è esploso. Le vittime sono Emilio e Bruna Caramoni. Danneggiate anche alcune abitazioni vicine

Roma - Una palazzina di due piani è crollata questa mattina a Vermicino (Roma) in via della Cavona 16. Il corpo di una anziana donna è stato estratto dalle macerie. Abitava con il marito nello stabile di due piani caduto a Vermicino. La donna, aveva 78 anni ed è stata trovata dai vigili del fuoco ancora distesa sul letto.  Si chiamava Bruna Caramoni. Sotto le macerie è stato poi trovato anche il corpo di Emilio, il marito della donna. Il figlio Enrico di circa 50 anni, con la moglie, residente a Marino, è davanti a ciò che resta dell'abitazione dei genitori. Secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco la causa del crollo potrebbe essere stata una fuga di gas. Infatti parti dell'abitazione, tra cui la serratura dell'ingresso, è stata trovata a circa 30 metri dalla palazzina. Una circostanza che fa pensare dunque ad una esplosione, che avrebbe creato diversi danni anche alle abitazioni vicine.

Il primo ad intervenire dopo lo scoppio è stato un anziano vicino di casa di 75 anni che ha praticamente assistito al crollo. Poco prima delle otto - così ha riferito - avrebbe sentito un forte odore di gas.crollo della palazzina vicino a Roma. Si tratta di Emilio Caramoni, 82 anni marito della donna trovata per prima. Il corpo è stato estratto da poco dopo ore di lavoro di circa 70 uomini.