Crolla palazzo pericolante da 17 anni

I solai interni di un palazzo disabitato, pericolante da 17 anni, in via Prè sono crollati nel pomeriggio di ieri. Le macerie sono cadute all’interno dell’edificio, la cui facciata è rimasta integra. Squadre dei vigili del fuoco e soccorritori del 118 sono intervenuti sul posto e soltanto per fortuna nel crollo non sono rimaste coinvolte persone. Anche un’unità cinofila dei vigili del fuoco ha fatto ricerche tra le macerie senza trovare nulla. Il transito lungo via Prè è rimasto interrotto. I vigili del fuoco sono intervenuti anche con l’impiego di un geofono, strumento in grado di rilevare l’eventuale presenza di persone sotto le macerie, e alla fine hanno confermato che nessuno è rimasto coinvolto. Per precauzione, oltre all’interruzione del transito in via Prè, è stato sgomberato l’edificio di fronte a quello crollato. Il palazzo, di cinque piani, era disabitato dal 1994 perché pericolante e la facciata era coperta da un’impalcatura. I primi due piani dell’edificio sono di proprietà del Comune di Genova, mentre quelli superiori appartengono ad una società immobiliare. «Il nostro progetto era quello di vendere la nostra parte dell’edificio», ha affermato il vicesindaco Paolo Pissarello.