Crolla il soffitto, donna ferita al pronto soccorso

È andata in ospedale per far curare il figlioletto, ma ai medici si è dovuta affidare lei stessa, dopo essere rimasta ferita durante l’attesa in pronto soccorso. Improvvisamente è crollata una parte del soffitto e i calcinacci l’hanno investita, sfiorandole la testa. Un incidente sul quale adesso la direzione sanitaria del nosocomio sta cercando di far chiarezza. È successo durante il fine settimana all’ospedale «Fornaroli» di Magenta, nel tardo pomeriggio. R.M., giovane mamma di 37 anni residente a Corbetta ha il bimbo di nove anni febbricitante. Il medico di famiglia non c’è, così lo carica in macchina e si dirige a Magenta, dove è certa di potersi rivolgere ai pediatri. Attende il proprio turno nella sala d’aspetto del pronto soccorso pediatrico. L’attesa le riserva un’amara sorpresa: mentre è seduta, una parte del soffitto cede e dall’alto piovono i calcinacci che la signora riesce solo parzialmente a schivare. Un intero blocco di quasi mezzo chilo le finisce sulla spalla. Per fortuna non ha riportato ferite importanti: è stata dimessa con una settimana di prognosi. L’episodio avrà uno strascico: tornata a casa la vittima si è rivolta a un legale.