Il crollo del greggio trascina Saipem in fondo al listino

La brusca caduta del prezzo del greggio ha trainato al ribasso le società legate alle materie prime e alle risorse energetiche. Sul listino milanese la peggiore è Saipem, che scivola in fondo allo S&P/Mib: il titolo lascia infatti sul parterre il 3,80% chiudendo sull’ultimo prezzo di 26,08 euro, poco sopra il minimo infraday di 26 euro. Scende anche la controllante Eni (-1,39% a 21,9 euro) e sul paniere guida anche l’altro titolo influenzato dall’andamento del greggio, Tenaris (-2,42% a 18,21 euro). Saipem è stata anche oggetto di realizzi essendo reduce da un agosto borsistico in denaro: nonostante lo scivolone di ieri, infatti, il titolo vanta nell’ultimo mese un progresso del 4,65% contro la tenuta di Eni (+0,83%) e lo storno di Tenaris (-7,05%).