Crollo nel cantiere Pup, sfiorata la tragedia

Un boato, poi il crollo nella notte e 50 metri di muro che vengono giù, sventrando il vecchio deposito dell’Atac a piazza Bainsizza. Un disastro seguito, ieri mattina, da altri due cedimenti che hanno mutilato ancora di più la rimessa «Vittoria». I residenti, passata la paura di un terremoto o di un attentato, puntano il dito contro il cantiere del «Pup» di via Montenero, il parcheggio interrato in costruzione proprio di fronte all’edificio collassato. E dal dramma sfiorato (gli uffici crollati ospitavano una mensa: se il disastro fosse accaduto di giorno il bilancio delle vittime sarebbe stato probabilmente drammatico) chiedono al Campidoglio di trarre una lezione su un piano parcheggi considerato da molti un errore. Anche l’opposizione critica la giunta comunale, ricordando di avere da anni sollevato invano il problema sicurezza del Piano urbano parcheggi che, in particolare a Prati, «buca» un sottosuolo già fragile, come nel contestatissimo caso del posteggio di via Oslavia, i cui lavori, dopo numerosi stop, stavano ora per ripartire.
MARCO MORELLO a pagina 42