Cronaca nera che più nera non si può

Nella perbenista e appiccicosa Florida anni Sessanta, un giornalista cerca una storia da Pulitzer. La trova nel tentativo di dimostrare innocente Hillary Van Wetter, condannato a morte. Secondo l’accusa, ha ucciso un braccio violento della legge, lo sceriffo razzista della contea di Moat. Ma Hillary è un drop out bianco. E non aiuta chi lo vuole aiutare. Poi Pete Dexter trascina il suo Un affare di famiglia (Einaudi, pagg. 294, euro 12, trad. Norman Gobetti) verso atmosfere da tragedia antica. Nel contesto del piccolo mondo zuppo di alcol dei cronisti provinciali emergono frizioni familiari, coscienze in crisi e scontri interiori ormai impossibili da sopire. Il regista Paul Verhoeven ha deciso di tradurre in pellicola la forza con cui sono impastate le pagine di questo romanzo di luoghi oscuri.