15enne ridotta in schiavitù: manette per due ivoriani

Segregata come una schiava: questa è la triste condizione in cui era costretta a vivere una 15enne

Reclusa in casa, in condizioni disumane, la costringevano a badare a due bambini di 24 mesi. Una vita da incubo, a cui i carabinieri hanno messo un punto e scritto la parola fine. È successo nel legnanese. I due aguzzini, una coppia ivoriani di 35 anni, sono stati arrestati.

La coppia aveva fatto arrivare in italia la 15enne e l'avevano iscritta a scuola. Poi la decisione di segregarla in casa, costringendola a fare la baby sitter. Fatima — nome di fantasia — vive giornate da incubo. Poi trova la forza di raccontare tutto quello che ha subito. Contatta una Onlus e denuncia. I carabinieri si mettono in moto. Intervengono nell'abitazione e ammanettano la coppia, entrambi devono rispondere della pesante accusa di riduzione in schiavitù. L'adolescente, invece, viene affidata a una comunità. Sul suo viso è tornato il sorriso.

Commenti

leserin

Sab, 19/03/2016 - 14:59

Queste sono le 'culture' da cui imparare e tanto care alla Boldrini.